Cosa non sapevi del marchio Tommy Hilfiger?

Cosa non sapevi del marchio Tommy Hilfiger?

Tommy Hilfiger è senza dubbio uno dei marchi di moda più diffusi e apprezzati. Chi non conoscerebbe la combinazione di striscia bianca, blu e rossa! Ma conosci la storia di questo marchio di moda? Perché la strada verso il successo per Tommy Hilfiger non è stata sicuramente una passeggiata fiancheggiata da cespugli di rose. Tuttavia, se rinunciasse al primo fallimento, perderemmo molta della grande moda e il mondo sarebbe un sogno americano povero. Vieni con noi a seguire le orme del famoso designer, che quest'anno festeggerà il suo 70 ° compleanno, e scopri le varie cose interessanti che sono associate a questo marchio.

Spirito intraprendente e originalità

Nonostante il suo nome sia conosciuto in tutto il mondo della moda, Tommy Hilfiger non ha certo avuto un inizio facile della sua carriera. Era il secondo di nove figli, quindi i suoi genitori dovevano davvero vantarsi di fornire buone condizioni di vita a tutti i loro fratelli. Volevano che Tommy diventasse un ingegnere meccanico. Sfortunatamente, l'ingegneria non lo attirava molto. Preferiva interessarsi alla moda e nel tempo libero andava a fare shopping a New York per i jeans, che cuciva a modo suo a casa a Elmira e vendeva ai suoi conoscenti.

Negli anni '70, l'era degli hippy era al suo apice. Tommy voleva viziare tutti con una moda originale ed elegante, così iniziò a vendere i suoi pezzi da Brown's. Presto aprì la sua boutique, The People's Place, dove espose abiti con maniche e pantaloni a zampa d'elefante. Stavano appena iniziando a svolgersi a New York, ed erano qualcosa di completamente nuovo nella città di Elmira.

Tuttavia, il tempo dei figli dei fiori non eccelleva certo in ordine e disciplina. E così c'erano feste esuberanti e feste varie nel negozio di Hilfiger. Attirava i giovani, che preferivano divertirsi piuttosto che spendere i loro soldi per vestiti alla moda. E così l'intera faccenda andò presto in bancarotta.

Ancora e meglio

Ma Tommy non voleva rinunciare al suo sogno. Si rese conto che avrebbe dovuto concentrarsi su una parte diversa della popolazione. Su una parte che non è avara e le piace pagare per vestiti di qualità. Si trasferisce a New York e inizia a lavorare a una nuova collezione. Dopotutto, qualcosa si è diffuso a riguardo le sue capacità, quindi i famosi designer gli hanno offerto una mano. Ma Tommy voleva il suo marchio. Indipendente. Costruito solo grazie al suo impegno e diligenza. Senza una stampella sotto forma di aiuto di nomi famosi.

E infine, nel 1984, 16 anni dopo l'apertura di People’s Place, ci riuscì. Ha fondato il suo marchio, Tommy Hilfiger Corporation, che si concentrava sulla moda fresca e casual per i giovani. I colori blu, rosso e bianco piacevano a molte persone e i suoi vestiti Tommy Hilfiger sono stati venduti bene.

L'audacia che ha dato i suoi frutti

Dopo il fallimento della boutique hippie, Tommy era ben consapevole che un'attività vera e propria non sarebbe iniziata senza pubblicità. L'industria della moda era già in pieno fermento in quel momento e chi voleva affermarsi doveva essere visto. E non aver paura.

Al famoso designer non è mancato il coraggio. Le sue campagne pubblicitarie erano predatorie e non sono rimaste inosservate. Ha anche assunto George Loise, che è dietro a molte famose campagne pubblicitarie per la compagnia aerea americana attraverso USA Today per i famosi senatori americani. Ha creato per lui una pubblicità molto audace, che ha messo a Times Square.

"I quattro più grandi stilisti americani di moda maschile sono RL, PE, CK e TH.”

Ralph Lauren, Perry Ellis, Calvin Klein. Questi nomi potevano permetterselo, i loro marchi avevano un sacco di clienti. Ma TH? Inoltre, con il logo di Hilfiger e la scritta: "E questo è il logo del meno conosciuto". Era predatore e fantasioso. E molto funzionale. Tommy Hilfiger fu conosciuto in un attimo in tutta l'America, e presto nel mondo occidentale.

Successivamente ha collaborato con molte celebrità e soprattutto cantanti, che gli hanno portato giovani clienti. Tra loro c'erano nomi come Britney Spears, Rolling Stones o Lenny Kravitz. Hilfiger voleva mantenere il marchio tra i giovani, non voleva una reputazione del designer per i vecchi e i ricchi. E così le star della musica si soono vestiti i suoi modelli per i concerti, ai quali hanno partecipato principalmente le giovani generazioni di fan.

Quando le nuvole offuscano il successo

In un momento in cui Tommy stava andando alla grande, arrivò un altro brutto colpo. Cominciarono ad apparire email tra le persone che lo accusavano di razzismo. Ha detto che in un certo programma televisivo, ha affermato che la sua moda era destinata esclusivamente ai bianchi e non voleva che neri, asiatici o ispanici comprassero i suoi vestiti. L'e-mail chiedeva il boicottaggio dei suoi beni e si diffondeva come una valanga.

Ma era una grande bugia, T. Hilfiger non è mai apparso nella show televisiva e non ha detto niente di razzista. Fortunatamente, il suo marchio ha sostenuto questo attacco. Successivamente, però, lo ha venduto e oggi è di proprietà di una società di investimento, che comprende, ad esempio, il marchio Calvin Klein.

Cose interessanti che potresti non sapere:

  • I suoi vestiti ricordavano lo stile studentesco delle università americane. Tuttavia, Tommy Hilfiger non ha mai studiato al college.
  • Snoop Dogg ha reso popolare Tommy Hilfiger tra i giovani fan dell'hip hop quando ha indossato una delle magliette di Hilfiger per un talk show televisiva.
  • Tommy Hilfiger ha quasi lavorato con il marchio Calvin Klein. Il designer si è offerto di lavorare con lui dopo essersi trasferito a New York nel 1979. Tuttavia, Tommy ha rifiutato di collaborare con CK e a creato il proprio marchio.
  • T. Hilfiger ha lanciato una collezione per adulti con disabilità. Essa è dotata da bottoni magnetici, velcro e aperture per le gambe modificate per le persone con disabilità.
  • La predominanza del rosso, del bianco e del blu nelle collezioni TH si basa sui colori della bandiera americana. Doveva anche attirare più giovani verso il marchio. Per la scelta di questi colori, Hilfiger è stato sin dall'inizio paragonato a Ralph Lauren e persino criticato per aver copiato lo stile di Lauren.
  • Con il suo abbigliamento sportivo oversize, lo stile rilassato di jeans e polo, ha attratto principalmente i giovani verso la moda. Ha investito molto nella pubblicità che ha superato l'originalità dei suoi modelli, evidenziando l'importanza del marketing nella moda.

Tommy Hilfiger e accessori di moda

Oltre all'abbigliamento, ovviamente, il marchio offre anche accessori. Puoi acquistare orologi, gioielli e profumi Tommy Hilfiger da donna e da uomo.

Nel 1995, quando lanciò la sua fragranza maschile "Tommy", investì fino a 15 milioni di dollari in pubblicità. A quel tempo, era la maggior parte dei soldi spesi per la campagna di fragranze maschili. E ha fatto la scelta giusta. Questa fragranza è ancora popolare oggi, dopo più di 25 anni.

Anche gli orologi Tommy Hilfiger sono molto popolari. Combinano lo stile tradizionale con elementi moderni interessanti, quindi hanno un aspetto giovanile. Ad esempio, non hanno paura di mescolare un look moderno con numeri romani classici e creare combinazioni interessanti e uniche.

Se ti piace Tommy Hilfiger proprio come a noi di Brasty, puoi scegliere alcuni dei suoi bellissimi accessori, che troverai sul nostro e-shop. Il menu comprende orologi da uomo e da donna, gioielli e profumi Tommy Hilfiger. Come i suoi vestiti, sono caratterizzati da una qualità eccellente, un design aggraziato e uno stile americano casual che catturerà l'attenzione di ogni generazione.

Orologio donna Tommy Hilfiger 1782074 126.99 
Tommy Hilfiger Braccialetto 2780226 59.18 
Orologio uomo Tommy Hilfiger 1710402 94.17 
Cerco...
Cerco...
up